Domestic workers:

una schiavitù moderna

donazioni online

0

Anni di attività di CVM per l’affermazione dei diritti fondamentali di ogni essere umano

donare africa

0

Nel 2017 le donne sensibilizzate sui propri diritti da CVM

solidarietà

0

I nuovi casi di violenza e abusi segnalati da CVM

beneficienza

0

Le donne che hanno ottenuto nel 2017 un contratto di lavoro grazie a CVM

la nostra
mission

L'obiettivo ultimo di tutto il nostro operare resta invariato. Oggi come trent'anni fa la sfida rimane lo "sviluppo di tutto l'uomo e di tutti gli uomini".

 

La fame, l'AIDS, la mancanza di beni primari – cibo, acqua pulita, un'abitazione dignitosa, l'istruzione - e altre forme di ingiustizia ed emarginazione, privano uomini e donne della possibilità di una vita normale e della loro dignità di persone.

 

Per CVM, lo sviluppo è prima di tutto un processo di liberazione dall'oppressione della povertà. Liberare le potenzialità insite in ognuno è la strategia ricorrente in tutte le attività e proposte da CVM.

area di intervento in favore delle donne

In Etiopia, ed in particolare nella Regione Amhara, l’età media per il matrimonio è di 14 anni. In Tanzania 2 bambine su 5 si sposano sotto i 18 anni e il 25% di queste ha almeno un figlio. Il fallimento di matrimoni così precoci porta molte bambine a perdere l’appoggio delle reti sociali tradizionali e a ritrovarsi sole nel ricercare forme alternative di sostentamento. Il 12% delle bambine tra i 10-14 anni che non vivono più con i loro genitori sono coinvolte in lavori domestici. Disporre di una domestica è frequente nei contesti urbani, di conseguenza la ricerca di questo lavoro è associata ad un percorso di migrazione interna dalle aree rurali. Bambine-schiave lavorando in contesti non soggetti a regolamentazione, finiscono con l’essere condannate all’invisibilità e pesanti violazioni dei diritti umani: ore di lavoro eccessive, tempo di riposo insufficiente, stipendi bassi o assenti, violenze e abusi. Le domestiche sono inoltre costrette nei propri movimenti e comunicazioni. Non avranno nessuna sicurezza, né tutela contrattuale. Non solo, ciò che rischiano è tanto, troppo per bambine: le ragazzine vengono spesso picchiate, abusate ed esposte al contagio dell’HIV. E così scompaiono rapidamente dal mondo.

altre modalità
per donare

Conto Corrente Postale: n. 11168622
Intestato a: Comunità Volontari per il Mondo
Piazza Santa Maria, 4 – 60121 Ancona
Causale: se vuoi che la tua offerta vada a sostenere un progetto specifico puoi indicarlo nella causale

Bonifico Bancario: IBAN IT 02 Z 05018 02600 00000 0112866
Banca Popolare Etica SCARL – Filiale di Ancona
Via Primo Maggio, 20 – 60131 Ancona
Intestato a: CVM – Comunità Volontari per il Mondo

Attiva online un SDD per donare in automatico periodicamente unità Volontari per il Mondo

SCARICA IL MODULO »